160 anni di esperienza

Gastaldi, un marchio genovese nel mondo

ll marchio Gastaldi ha radici profonde nascendo nel 1860 con il genovese Gian Battista Gastaldi che inizia ad operare come Agente Marittimo e Broker in campo navale. Una prima svolta si concretizza nel 1904 quando Alessandro Cerruti rileva la Società e ne assume la direzione, contribuendo allo sviluppo delle principali iniziative in campo marittimo.
Gastaldi assume la rappresentanza di “Prince Line” (Gruppo Furness Withy), una delle più prestigiose linee passeggeri e merci dal Mediterraneo per il Nord America, ed incomincia a collaborare attivamente al progetto che vede l’avvio di una linea regolare per i porti del Canale di Bristol, quali agenti di “Golden Cross Line”di Cardiff.
Alessandro Cerruti inoltre prende parte alla fondazione della società “Lloyd’s Sabaudo” che annovera nella sua flotta i rinomati transatlantici di linea dai nomi prestigiosi quali “Conte Verde”, “Conte Biancamano”, “Conte Rosso” e altri. Il “Lloyd Sabaudo” per oltre un quarto di secolo gestisce una serie di brillanti servizi di linea per il Nord America, l’Africa l’Australia e L’Estremo Oriente. Successivamente, per ordine Governativo, la Società viene incorporata nella Navigazione Generale Italiana, in seguito divenuta “Società Italia di Navigazione”.
Da qui in avanti il ricambio generazionale della famiglia Cerruti ha portato al nome Gastaldi idee di successo e di sviluppo per l’azienda, ampliando e diversificando i settori d’attività anche al di fuori delle rotte marittime.
Nel 1949 la Gastaldi assume la rappresentanza della Corporation dei “Lloyd’s” di Londra per l’area di Napoli e provincia ed in breve tale mandato viene esteso a tutto il Nord Ovest dell’Italia, la Sardegna, Roma e la Città del Vaticano.

Durante lo sviluppo della società molte iniziative sono state intraprese, dalla fondazione nel 1869 del Banco dei Fratelli Cerruti con sportello in Via Cairoli a Genova, poi inglobata nel 1968 nella Banca Commerciale Italiana, allo sviluppo immobiliare a Genova, Roma e Messina con l’architetto Coppedè, dalla fondazione della società siderurgica Stabilimento metallurgico ligure a Sestri Ponente alla Cartiera Italiana a Torino.

Intorno agli anni ‘50 il Gruppo Gastaldi assume dimensioni e conoscenze internazionali in tutti i settori dello shipping e dei trasporti. Vengono sviluppate una serie di divisioni specifiche all’interno della Società capogruppo con il coordinamento della direzione centrale. Il nuovo e agile modello produce immediatamente i suoi frutti. Sono gli anni in cui l’aviazione civile muove i primi importanti passi e le prospettive che si aprono in questo nuovo business vedono la Gastaldi giocare il ruolo di leader.

Inizia quindi una fattiva collaborazione con LAI – Linee Aeree Italiane (società poi integrata in ALITALIA). Successivamente Gastaldi sigla contratti di G.S.A. (General Sales Agent) con le principali e piu’ note Compagnie Aeree di bandiera di numerosi paesi del mondo (per citarne alcune, la canadese Canadian Pacific, l’americana T.W.A., la brasiliana Varig, l’australiana Qantas, la sudafricana South African Airways, KLM, e moltissime altre).

Negli anni 80 Gastaldi stringe una forte alleanza con la società armatrice sovietica del Ministero della Marina dell’allora URSS, diventando con essi soci al 50% di Dolphin Agenzia Marittima che da sola portò in un anno più di 500 navi nel porto di Genova.

In quegli anni, Gastaldi acquisisce la rappresentanza di The National Shipping Company of Saudi Arabia, vettore di bandiera del Regno della Arabia Saudita.

Sono gli anni in cui l’impiantistica italiana ha un ruolo predominante nel mercato medio-orientale, e la Compagnia Saudita, successivamente rinominata BAHRI, si pone quale vettore preferenziale per il trasporto di carichi combinati di merce di dimesioni e pesi eccezionali, dall’Italia verso il Mar Rosso e il Golfo Arabico.

A fine anni ’80, Gastaldi partecipa al processo di privatizzazione del porto di Genova costituendo – insieme ad alcuni partner di fiducia – la società GIP Gruppo Investimenti Portuali, per partecipare alla gara d’appalto per il Terminal Contenitori Porto di Genova Spa, con la cui aggiudicazione nasce SECH Southern European Container Hub. Corollario sistemico all’attività di terminal operator è la nuova società LOGTAINER, leader nel trasporto combinato di contenitori, nonchè la consociata NORDITALIA LOGISTICA, società che si occupa di puro trasporto camionistico. Nel 2008 GIP sigla un accordo con Sinport, società che gestisce il Terminal VTE di Genova e il Terminal VECON di Porto Marghera (Venezia). Successivamente, GIP acquisisce quote di maggioranza del Terminal Contenitori Darsena Toscata TDT di Livorno, in compartecipazione con la locale Compagnia Portuale, così allargando la propria sfera di influenza nei porti italiani.
Risale a tempi più recenti l’interesse di GIP verso la privatizzazione della Compagnia di traghetti TIRRENIA. Con una quota minoritaria, il Gruppo Investimenti si aggiudica la gara di privatizzazione della società di Stato, garantendo continuità di collegamenti alle merci ed ai passeggeri, verso le isole maggiori.
Nel 1993 inizia la collaborazione tra Gastaldi e Hanjin Shipping Co. Ltd di Seoul – South Korea una delle prime compagnie di navigazione al mondo. Negli anni i volumi di affari fanno la presenza dell’armatore ai primi posti sul mercato italiano e portano alla nascita di Hanjin Italy spa, che inizia ad operare quale Agente Generale per l’Italia di Hanjin Shipping Co. Ltd.

Oggi Gastaldi nel settore Shipping&Transport è una delle agenzie marittime più “anziane” ancora in attività in Italia; capace di attraversare tre secoli è attiva direttamente o tramite partecipazioni nei settori containers (navi di linea), tramp (navi volandiere), project cargo (trasporti eccezionali), spedizioni, terminal operator portuale, operatore intermodale.
Il settore Travel&Tourism, cogliendo la tendenza alla specializzazione e alla diversificazione che il mercato turistico inizia a evidenziare alla fine del millennio, si articola oggi in una serie di diverse realtà sintesi dei principi del gruppo, dove alla quantità si è sempre preferito la qualità, dove cura del particolare e attenzione ai dettagli sono stati e rimangono abitudini costanti e imprescindibili. Dall’attività di tour operating all’incoming, dall’incentive al DMC passando attraverso i congressi e gli eventi ciascuna con società agili, snelle e altamente specializzate.
In campo assicurativo, Gastaldi International oltre a mantenere il prestigioso mandato sulla fiducia del Lloyd’s di Londra, rappresenta più di 500 compagnie di assicurazioni nel mondo per l’attività di commissariato d’avaria nei trasporti.
Forte dell’impegno e delle strategie vincenti del passato che hanno portato il Gruppo Gastaldi ad assumere una presenza di primo piano nei settori del trasporto marittimo, aereo, del turismo outgoing e incoming, dell’incentive, fino alle attività immobiliari, finanziarie e assicurative, questo è oggi un gruppo che ha dimensioni e strumenti tali da affrontare un mercato sempre più competitivo, perseguendo con convinzione la strategia del reinvestimento degli utili e l’espansione delle attività principali.

160 anni di esperienza

Gastaldi, un marchio genovese nel mondo

ll marchio Gastaldi ha radici profonde nascendo nel 1860 con il genovese Gian Battista Gastaldi che inizia ad operare come Agente Marittimo e Broker in campo navale. Una prima svolta si concretizza nel 1904 quando Alessandro Cerruti rileva la Società e ne assume la direzione, contribuendo allo sviluppo delle principali iniziative in campo marittimo.
Gastaldi assume la rappresentanza di “Prince Line” (Gruppo Furness Withy), una delle più prestigiose linee passeggeri e merci dal Mediterraneo per il Nord America, ed incomincia a collaborare attivamente al progetto che vede l’avvio di una linea regolare per i porti del Canale di Bristol, quali agenti di “Golden Cross Line”di Cardiff.
Alessandro Cerruti inoltre prende parte alla fondazione della società “Lloyd’s Sabaudo” che annovera nella sua flotta i rinomati transatlantici di linea dai nomi prestigiosi quali “Conte Verde”, “Conte Biancamano”, “Conte Rosso” e altri. Il “Lloyd Sabaudo” per oltre un quarto di secolo gestisce una serie di brillanti servizi di linea per il Nord America, l’Africa l’Australia e L’Estremo Oriente. Successivamente, per ordine Governativo, la Società viene incorporata nella Navigazione Generale Italiana, in seguito divenuta “Società Italia di Navigazione”.
Da qui in avanti il ricambio generazionale della famiglia Cerruti ha portato al nome Gastaldi idee di successo e di sviluppo per l’azienda, ampliando e diversificando i settori d’attività anche al di fuori delle rotte marittime.
Nel 1949 la Gastaldi assume la rappresentanza della Corporation dei “Lloyd’s” di Londra per l’area di Napoli e provincia ed in breve tale mandato viene esteso a tutto il Nord Ovest dell’Italia, la Sardegna, Roma e la Città del Vaticano.

Durante lo sviluppo della società molte iniziative sono state intraprese, dalla fondazione nel 1869 del Banco dei Fratelli Cerruti con sportello in Via Cairoli a Genova, poi inglobata nel 1968 nella Banca Commerciale Italiana, allo sviluppo immobiliare a Genova, Roma e Messina con l’architetto Coppedè, dalla fondazione della società siderurgica Stabilimento metallurgico ligure a Sestri Ponente alla Cartiera Italiana a Torino.
Intorno agli anni ‘50 il Gruppo Gastaldi assume dimensioni e conoscenze internazionali in tutti i settori dello shipping e dei trasporti. Vengono sviluppate una serie di divisioni specifiche all’interno della Società capogruppo con il coordinamento della direzione centrale. Il nuovo e agile modello produce immediatamente i suoi frutti. Sono gli anni in cui l’aviazione civile muove i primi importanti passi e le prospettive che si aprono in questo nuovo business vedono la Gastaldi giocare il ruolo di leader.
Inizia quindi una fattiva collaborazione con LAI – Linee Aeree Italiane (società poi integrata in ALITALIA). Successivamente Gastaldi sigla contratti di G.S.A. (General Sales Agent) con le principali e piu’ note Compagnie Aeree di bandiera di numerosi paesi del mondo (per citarne alcune, la canadese Canadian Pacific, l’americana T.W.A., la brasiliana Varig, l’australiana Qantas, la sudafricana South African Airways, KLM, e moltissime altre).
Negli anni 80 Gastaldi stringe una forte alleanza con la società armatrice sovietica del Ministero della Marina dell’allora URSS, diventando con essi soci al 50% di Dolphin Agenzia Marittima che da sola portò in un anno più di 500 navi nel porto di Genova.

In quegli anni, Gastaldi acquisisce la rappresentanza di The National Shipping Company of Saudi Arabia, vettore di bandiera del Regno della Arabia Saudita.
Sono gli anni in cui l’impiantistica italiana ha un ruolo predominante nel mercato medio-orientale, e la Compagnia Saudita, successivamente rinominata BAHRI, si pone quale vettore preferenziale per il trasporto di carichi combinati di merce di dimesioni e pesi eccezionali, dall’Italia verso il Mar Rosso e il Golfo Arabico.

A fine anni ’80, Gastaldi partecipa al processo di privatizzazione del porto di Genova costituendo – insieme ad alcuni partner di fiducia – la società GIP Gruppo Investimenti Portuali, per partecipare alla gara d’appalto per il Terminal Contenitori Porto di Genova Spa, con la cui aggiudicazione nasce SECH Southern European Container Hub. Corollario sistemico all’attività di terminal operator è la nuova società LOGTAINER, leader nel trasporto combinato di contenitori, nonchè la consociata NORDITALIA LOGISTICA, società che si occupa di puro trasporto camionistico. Nel 2008 GIP sigla un accordo con Sinport, società che gestisce il Terminal VTE di Genova e il Terminal VECON di Porto Marghera (Venezia). Successivamente, GIP acquisisce quote di maggioranza del Terminal Contenitori Darsena Toscata TDT di Livorno, in compartecipazione con la locale Compagnia Portuale, così allargando la propria sfera di influenza nei porti italiani.
Risale a tempi più recenti l’interesse di GIP verso la privatizzazione della Compagnia di traghetti TIRRENIA. Con una quota minoritaria, il Gruppo Investimenti si aggiudica la gara di privatizzazione della società di Stato, garantendo continuità di collegamenti alle merci ed ai passeggeri, verso le isole maggiori.
Nel 1993 inizia la collaborazione tra Gastaldi e Hanjin Shipping Co. Ltd di Seoul – South Korea una delle prime compagnie di navigazione al mondo. Negli anni i volumi di affari fanno la presenza dell’armatore ai primi posti sul mercato italiano e portano alla nascita di Hanjin Italy spa, che inizia ad operare quale Agente Generale per l’Italia di Hanjin Shipping Co. Ltd.

Oggi Gastaldi nel settore Shipping&Transport è una delle agenzie marittime più “anziane” ancora in attività in Italia; capace di attraversare tre secoli è attiva direttamente o tramite partecipazioni nei settori containers (navi di linea), tramp (navi volandiere), project cargo (trasporti eccezionali), spedizioni, terminal operator portuale, operatore intermodale.
Il settore Travel&Tourism, cogliendo la tendenza alla specializzazione e alla diversificazione che il mercato turistico inizia a evidenziare alla fine del millennio, si articola oggi in una serie di diverse realtà sintesi dei principi del gruppo, dove alla quantità si è sempre preferito la qualità, dove cura del particolare e attenzione ai dettagli sono stati e rimangono abitudini costanti e imprescindibili. Dall’attività di tour operating all’incoming, dall’incentive al DMC passando attraverso i congressi e gli eventi ciascuna con società agili, snelle e altamente specializzate.
In campo assicurativo, Gastaldi International oltre a mantenere il prestigioso mandato sulla fiducia del Lloyd’s di Londra, rappresenta più di 500 compagnie di assicurazioni nel mondo per l’attività di commissariato d’avaria nei trasporti.
Forte dell’impegno e delle strategie vincenti del passato che hanno portato il Gruppo Gastaldi ad assumere una presenza di primo piano nei settori del trasporto marittimo, aereo, del turismo outgoing e incoming, dell’incentive, fino alle attività immobiliari, finanziarie e assicurative, questo è oggi un gruppo che ha dimensioni e strumenti tali da affrontare un mercato sempre più competitivo, perseguendo con convinzione la strategia del reinvestimento degli utili e l’espansione delle attività principali.

Gastaldi, da Genova al mondo una storia a mare aperto

Gastaldi leva l’ancora

Il marchio Gastaldi nasce nel 1860 da un’idea imprenditoriale del genovese Gian Battista Gastaldi che inizia ad operare nel campo navale come broker e agente marittimo. È l’alba di una rotta di successo, un racconto dalla forte tradizione genovese, che con poche parole conquista il futuro.

Nel 1904 Alessandro Cerruti rileva la società e contribuisce allo sviluppo delle principali iniziative in campo marittimo. Gastaldi assume la rappresentanza di “Prince line” (Gruppo Furness Withy), la prestigiosa linea passeggeri e merci che viaggia dal Mediterraneo per il Nord America.

Una storia a volte è un’avventura, ma quando Alessandro Cerruti partecipa alla fondazione della società “Lloyd’s Sabaudo” è qualcosa di più: una flotta di gloriosi transatlantici di linea “Conte Verde”, “Conte Biancamano”, “Conte Rosso” sono pronti a salpare. È l’inizio di una nuova epoca che vede per oltre un quarto di secolo la famiglia Cerruti gestire i servizi di linea per il Nord America, l’Africa, l’Australia e l’Estremo Oriente.

Piloti sui cieli del mondo

Il core business di Gastaldi fin dall’inizio ebbe visione e prospettiva. Dalla fondazione nel 1869 del Banco dei Fratelli Cerruti (inglobata nel 1968 nella Banca Commerciale Italiana), allo sviluppo immobiliare Liberty a Genova, Roma e Messina insieme all’architetto del Coppedé, dalla fondazione della società siderurgica Stabilimento metallurgico ligure a Sestri Ponente alla Cartiera Italiana a Torino. Investimenti diversificati di chi tra le mani aveva cultura del lavoro e sguardo oltre l’ordinario.

Negli anni ’50 l’azienda evolve, i modelli si rinnovano e la struttura diventa più agile e produttiva. Il settore dell’aviazione civile muove i primi passi e Gastaldi gioca un’altra volta il ruolo da leader, pilota del nuovo business. Gastaldi vola sui cieli del mondo. Il Gruppo sigla una collaborazione con Linee Aeree Italiane (società poi integrata con ALITALIA) e contratti di G.S.A. (General Sales Agent) con le principali Compagnie Aeree di Bandiera (la canadese Canadian Pacific, l’americana T.W.A, la brasiliana Varig, l’australiana Qantas, la sudafricana South African Airways, VIASA – Venezolana Internacional de Aviación – compagnia di bandiera venezuelana e con Ethiopian Airlines, compagnia di bandiera dell’Etiopia).

Nuove alleanze e rotta verso l’Arabia

Negli anni ’80 l’azienda instaura un’alleanza economica con la società armatrice sovietica del Ministero della Marina e diventa in partnership socia al 50% di Dolphin Agenzia Marittima. È un successo dirompente, nel porto di Genova faranno scalo in un anno più di 500 navi, creando una vitalità portuale mai vista prima.

Gastaldi traccia nuove rotte e acquisisce la rappresentanza di The National Shipping Company of Saudi Arabia, vettore di bandiera del Regno della Arabia Saudita. Sono gli anni in cui l’impiantistica italiana ha un ruolo da protagonista nel mercato medio orientale. La Compagnia Saudita è il vettore preferenziale per il trasporto di carichi combinati e pesi eccezionali, dall’Italia verso il Mar Rosso e il Golfo Arabico.

Generazione trasporto intermodale

Gastaldi alla fine degli anni ’80 partecipa al progetto di privatizzazione del Porto di Genova e costituisce, in partnership con altri soci, la società “GIP” Gruppo Investimenti Portuali. L’azienda si aggiudica la gara d’appalto per il Terminal Contenitori Porto di Genova Spa: nasce “SECH” Southern European Container Hub. L’attività di terminal operator è in espansione grazie alle nuove società LOGTAINER, leader nel trasporto combinato di contenitori e NORDITALIA LOGISTICA, che si occupa di trasporto camionistico.

Nel 2008 GIP sigla un accordo con Sinport, società che gestisce il Terminal VTE di Genova e il terminal VECON di Porto Marghera (Venezia). L’accordo prevede uno scambio di quote nei rispettivi Terminals. Gip acquisisce quote di maggioranza del Terminal Contenitori Darsena Toscana TDT di Livorno.

Uno sviluppo costante e delineato che porta il Gruppo Investimenti ad aggiudicarsi una quota minoritaria di Tirrenia, Compagnia di Navigazione ceduta dallo Stato Italiano, garantendo continuità di collegamenti alle merci ed ai passeggeri verso le isole maggiori.

Nel 1993 Gastaldi suggella lo spirito internazionale grazie alla partnership con “Hanjin Shipping Co. Ltd” di Seoul una delle più importanti compagnie di navigazioni al mondo.

E sempre negli anni ‘90, Gastaldi inizia l’avventura nel campo delle spedizioni internazionali. In una prima fase, concentrandosi nel mercato degli acciai, e successivamente allargando i propri orizzonti a tutti i principali settori merceologici.

La conquista del futuro

Oggi Gastaldi è un’azienda internazionale di successo. Un Gruppo che parla la lingua del mondo senza rinunciare a quella visione pratica ed essenziale che ha portato l’azienda a scalare i vertici nel settore dei servizi ai trasporti di merci e passeggeri, in quello del turismo e degli eventi, nel campo assicurativo, finanziario e immobiliare. Perché attraversare tre secoli di storia ed essere una delle agenzie marittime più antiche ancora in attività non è per tutti. Perché cogliere le tendenze del mercato turistico e proporre esperienze di qualità, dalla cura dei dettagli fino all’evoluzione e alla metamorfosi del travel concept non è per tutti. Perché mantenere il prestigioso mandato sulla fiducia del Llyod’s di Londra non è per tutti.

Il marchio Gastaldi ha dentro di sé strutture agili e snelle, capacità di mutare, nessuna paura dei cambiamenti. Una rete internazionale e specializzata che intercetta innovazione e sviluppa soluzioni. Da Genova a Milano, da Roma a New York, da Tokyo a Singapore, la competizione è opportunità, gli investimenti sono la strategia, l’obiettivo è la conquista del futuro, miglia dopo miglia, ventimila leghe sopra i mari. Gastaldi, una storia a mare aperto.